Chiamati ad essere annunciatori e missionari



P1140965La Chiesa Cattolica, nel mese di ottobre, sottolinea particolare attenzione alla sua missionarietà e rivolge la sua intenzione di preghiera alle comunità ecclesiali più giovani e poste geograficamente in territori considerati di missione. Appare evidente come non solo in ottobre ma tutto l’anno, la Chiesa ricordi l’importanza della missione. Il mese missionario è un periodo privilegiato per sensibilizzare cuore dei credenti.

Il gruppo di animazione missionaria (GAMIS) del Seminario, per questo, ha messo in campo una serie di iniziative, con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità al tema. All’inizio del mese è stato proposto il Rosario missionario, animato dal GAMIS proposto in diverse lingue nel ricordo dei cinque continenti. Giovedì 15 è stato ospite in seminario  Don Emanuele Piredda, sacerdote dell’Arcidiocesi di Sassari, da due anni fidei donum in Madagascar. Dopo un primo confronto con il Gamis e dopo aver presieduto i vespri, ha offerto a tutta la comunità la sua testimonianza e una bella riflessione sul valore dei missionari fidei donum, sia per le terre di missione, sia per le diocesi che inviano i missionari, in quanto espressione della vita missionaria di quella Chiesa locale. Per questo il compito del fidei donum si realizza quando al rientro, egli dà testimonianza alla sua diocesi.

Don Emanuele ha compiuto i suoi studi prima in Spagna poi a Cagliari, dopo aver lavorato nel settore commerciale. Ha intravvisto la svolta della sua vita compiendo un’ esperienza missionaria in Perù. È proprio in Perù che, accompagnato dalla devozione per la S. Eucaristia, e servendo i ragazzi di strada, ha capito che il sacerdozio è una via per servire i poveri. Nel 2013 parti’ in Madagascar dove ha potuto vivere un’esperienza missionaria originale al fianco delle popolazioni più povere. Venerdì 16 tutta la comunità del Seminario ha partecipato alla veglia missionaria diocesana presso la Parrocchia di Sant’Elia a Cagliari, presieduta da S.E. Mons. Miglio, occasione anche questa per riflettere e per pregare per le missioni.

 

Alessio Picconi e Pietro Moro