Mese Missionario straordinario


Il 22 ottobre, in occasione del mese missionario straordinario indetto da Papa Francesco, il GAMIS e la Congregazione Mariana si sono riuniti per accogliere tre sacerdoti missionari : don Nino Carta e don Mario Cherchi, della diocesi di Ozieri, e don Seferino proveniente dall’Argentina. Essi hanno tenuto un incontro nel quale, dopo aver raccontato le proprie esperienze in terre di missione, si sono soffermati particolarmente su tre temi, proposti dai seminaristi stessi:

  • La figura del sacerdote Fidei Donum, la sua importanza e l’attuale necessità nella e per la Chiesa.  “Anche quando si hanno pochi sacerdoti, bisogna donare” dice Don Nino, sottolineando la natura stessa del Fidei Donum.
  • La devozione a Maria nell’esperienza missionaria e nelle terre di missione. “Il rosario è uno dei primi, forse il più semplice, dei mezzi di evangelizzazione, perché al suo interno racchiude tutto il necessario, tutto il nostro credo, tutta la nostra fede”dice Don Mario, rivelando poi quanto sia importante e rincuorante la vicinanza della Madre, quando ci si sente lontani da casa.
  • La situazione in Amazzonia ed il Sinodo tenutosi a Roma. Don Seferino, dopo aver illustrato le realtà presenti in Amazzonia ed aver dato numerose delucidazioni riguardanti il Sinodo, ha sottolineato quale grande risorsa sia l’Amazzonia, non solo per quanto riguarda l’aspetto prettamente naturalistico, ma soprattutto per la numerosissima presenza di popoli e culture, fra loro diversificate.

Terminato l’incontro, tutta la comunità del seminario, si è riunita per un momento di preghiera comunitaria, con il rinnovo delle promesse battesimali, in concordanza al tema dello stesso mese missionario di quest’anno: “Battezzati e Inviati”.


Giovanni Pudda, sem.

Share